L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CIAMPINO INTENDE ADOTTARE LA TASSA DI SOGGIORNO PER I “TURISTI” CHE SOGGIORNANO NELLA NOSTRA CITTÀ: UN ALTRO COLPO ALLA MICROECONOMIA DELLA CITTÀ SENZA UN MINIMO DI PIANO PER LO SVILUPPO TURISTICO E DELLA RICETTIVITÀ

Ci troviamo di fronte ad un nuovo colpo di genio della nostra amministrazione che, nonostante la nostra sia una cittadina con una microeconomia, intende far pagare una tassa di soggiorno di €2 a persona per i turisti che si fermano nella nostra città

Una cosa che lascia perplessi perché non c’è in parallelo un’idea di uno sviluppo culturale e artistico ma, purtroppo, secondo noi, solo ed esclusivamente l’idea di far sviluppare l’aeroporto di Ciampino.

Prova ne è il tentativo di coinvolgere i bambini delle nostre scuole alla “Notte bianca 2019” in un progetto di sostenibilità dove lo sponsor principale della stessa è ADR, Aeroporti di Roma, che gestisce l’aeroporto locale, fonte primaria di inquinamento del quale risentono principalmente i bambini.

Ribadendo il nostro essere contro ad uno sviluppo indiscriminato dell’aeroporto ed il mantenimento di regole che permettano la sostenibilità ambientale, siamo vicini alla rete degli albergatori, ai possessori di case vacanza, di Bed & Breakfast e comunque a tutti coloro che dalla presenza di turisti di transito hanno costruito una microeconomia per la sopravvivenza familiare.

Mettere una nuova imposta senza un pensiero allo sviluppo turistico della nostra città significa esclusivamente dirottare altrove le persone che fino ad oggi hanno usato le strutture ricettive ciampinesi per visitare città veramente artistiche e turistiche e limitrofe.

Solo per precisione città come Frascati, Nemi, Albano e Rocca di Papa, solo per citarne alcune, non hanno adottato la stessa imposta pur avendone sicuramente maggior caratteristiche attrattive.

Firmato: Mauro Testa e tutta la lista civica.